Stand Up Paddle Lampedusa

A Lampedusa, nel cuore del mediterraneo, presso la spiaggia di Cala Croce ha sede l'A.S.D. Sup, dove l'istruttrice Milena in acque cristalline tipiche dell'isola di Lampedusa, effettua corsi di Stand Up Paddle ed escursioni organizzate nelle varie calette della costa lampedusana.


  • Iniziamo a praticare da soli, yes we can !

    Con la Bella Stagione ormai dietro l’angolo, sta aumentando in modo esponenziale il numero di Email private da noi ricevute in cui ci vengono chiesti suggerimenti per iniziare a praticare lo Stand Up Paddling.
  • Come regolare la lunghezza della pagaia

    La lunghezza del remo deve necessariamente essere adattata alla struttura fisica del Supper. I remi in alluminio possono essere in genere regolati mediante un sistema di clips che ricalca quello dei boma delle tavole da Windsurf.
  • Le tavole da S.U.P.

    Le moderne tavole SUP Allround sono caratterizzate da una eccellente stabilità e rappresentano un ottimo compromesso fra i Cruiser e le tavole dedicate al SUP Surfing.
  • SUP Fitness – Quante calorie si bruciano con lo stand up puddling ?

    Sup o Paddle Boarding è un ottimo workout? Si proprio così non avrete bisogno della palestra o di noiosissimi esercizi, sappiate che i benefici sono ottimi.
  • ASD SUP Lampedusa

    Stand Up Paddle Lampedusa

    SUP o Stand Up Paddle, uno sport che negli ultimi anni sta avendo un evoluzione incredibile in Italia anche se è nato alle Hawaii. Si utilizza una loang bord (tavola da surf più lunga) pagaiando in piedi. Il sup è ritenuto uno sport completo come la corsa ed il nuoto in più ha la variabile Read More

Corsi e noleggio attrezzature

Listino prezzi completo SUP Lampedusa
La nascita dello Stand Up Paddling fra mito e realtà.

Stando ad analisi dei diari di James Cook, già nel 1778 l’esploratore inglese, come primo europeo a sbarcare alle Hawaii, ebbe modo di osservare alcuni nativi pagaiare in posizione eretta su grosse tavole per cavalcare le onde. Altri ritengono che si trattasse semplicemente di pescatori e che, in ogni caso, la nascita di questo sport sia avvenuta intorno agli anni 50 a Waikiki, con la riscoperta del Surf da onda capitanata da Duke Kahanamoku, che avrebbe creato, anni dopo, la prima generazione di beachboys. E’ in quegli anni che iniziarono ad essere pubblicate sui quotidiani statunitensi le prime foto di surfisti. Sembra che uno dei fratelli Ah Choy (Bobby), fra i più noti beachboys dell’epoca, ebbe un’idea per scattare delle foto in acqua e quindi più vicino all’azione con una prospettiva completamente diversa e più realistica. Si fece prestare un remo e pagaiando su un longboard arrivò, senza cadere, nei pressi del break point, immortalando l’azione per la prima volta dall’acqua con una Kodak.